Red Shoes, il cinema e la cultura britannica a Milano

0

Nata sul finire del 2017, l’associazione culturale Red Shoes propone l’ideazione e l’organizzazione di eventi tesi a ad approfondire e diffondere la cultura, l’interdisciplinarietà e la storia del cinema britannico fra passato, presente e i suoi “possibili futuri” sul territorio italiano, tentando di valorizzare ponti “virtuali & virtuosi” tra le due Nazioni.

Per cinema britannico si intendono opere realizzate con l’apporto creativo di cittadini provenienti dai quattro territori che formano il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland) ma anche, eccezionalmente, opere realizzate da stranieri (con particolare rilevanza da italiani) legate ad universi culturali britannici.

Membi onorari di Red Shoes

Terence Davies (sceneggiatore, regista)
Stephen Frears (regista)
Lynne Ramsay (sceneggiatrice, regista)
Iain Sinclair (scrittore, sceneggiatore, critico letterario)

L’associazione Red Shoes persegue le sue finalità organizzando Prémière, eventi tematici, gala screenings, retrospettive di autori viventi e presentazioni di nuovi talenti inerenti alle produzioni cinematografiche contemporanee, Retrospettive, omaggi ed eventi tematici quali rivisitazioni del patrimonio classico anche restaurato del cinema del passato, incontri sul cinema britannico e su tematiche ad esse connesso, attività di didattica e ricerca con università, scuole ed altre istituzioni educational e culturali di entrambi i Paesi, produzione e distribuzione di contenuti multimediali e audiovisivi.

Red Shoes a Milano il 16 e 17 novembre

Il primo appuntamento con Red Shoes non puoi che essere legato a Scarpette Rosse, il capolavoro di Powell e Pressburger nella sua sfavillante edizione restaurata per il settantesimo anniversario del film. Il 16 novembre, allo Spazio Oberdan, si parte quindi alle 19h30, con un omaggio a Lindsay Kemp, presentando in anteprima mondiale alcune scene dal documentario Kemp di Edoardo Gabbriellini. Il regista e attore livornese, ospite della serata, racconterà la sua esperienza con e sul grande coreografo e danzatore recentemente scomparso che ha trascorso i suoi ultimi anni di vita e carriera proprio nella città toscana.

Alle 20h45 sarà la volta di Scarpette Rosse, introdotto da Emanuela Martini, direttrice
artistica del Torino Film Festival e autrice del saggio Il cinema di Powell e Pressburger. La proiezione è organizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna e il 36° Torino Film
Festival.

Sabato 17 novembre, alle 19h30, è invece l’appuntamento per la masterclass “Donne che non chiedono scusa. Vivianne Westwood: creatività e autonomia al femminile” a cura di Piera Detassis, direttrice artistica dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David Di Donatello e direttrice della rivista CIAK. A seguire, alle 20h45, l’anteprima italiana di Westwood. Punk, Icon, Activist, documentario di Lorna Tucker che uscirà prossimamente nelle sale italiane con Wanted Cinema.

Appuntamento quindi il 16 e 17 novembre allo Spazio Oberdan di Milano, Piazza Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2.
Biglietto per ciascuna serata: € 7,50 intero; € 6,00 ridotto con tessera cineteca, gratuito dai 16 ai 19 anni.

Share.

About Author

Comments are closed.