Sedicicorto e Il Cinemino mettono i corti nei Frigoriferi Milanesi

0

Come si scoprono i cineasti del futuro? Facile: guardando i cortometraggi! I “piccoli film” infatti rappresentano la migliore palestra per i giovani talenti, che si affacciano sulla vetrina dei festival internazionali per mostrare tutte le loro capacità. Per questo Il Cinemino è sempre stato attento al mondo dei corti, proponendoli spesso nella programmazione della sala in Via Seneca 6. Una passione che non si esaurisce in sala, ma deve esplodere anche in altri luoghi, per permettere a più pubblico di scoprire, appunto, gli autori del futuro.

Mercoledì 16 gennaio, a partire dalle ore 20.45, Il Cinemino invita c/o Frigoriferi Milanesi (Via Piranesi 10, Milano) per Gli autori del futuro – Sedicicorto International Film Festival una selezione dei cortometraggi presentati alla 15^ edizione della manifestazione che si tiene ogni anno a Forlì. Ospiti della serata Joana Fresu de Azevedo, coordinatrice di Sedicicorto, Andrea Brusa, sceneggiatore di “Labor” di Cecilia Albertini, e Saverio Pesapane di Premiere Film, casa di distribuzione di cortometraggi internazionali.

I cortometraggi saranno in lingua originale con sottotitoli italiani.
La serata si terrà c/o Frigoriferi Milanesi, Via Piranesi 10, Milano
Ingresso gratuito con tessera Il Cinemino
La tessera costa 5€, gratuita per i minori, e si può già richiedere online sul sito www.ilcinemino.it per poi ritirarla la sera dell’evento.
Durante la serata sarà possibile ritirare anche acquistare il merchandising ufficiale di Il Cinemino per
sostenere la campagna #iostocolcinemino

Selezione cortometraggi
All These Creatures (Charles Williams, Australia, 2018)
VINCITORE MENZIONE SPECIALE GIURIA MOVIE 15° SEDICICORTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Un adolescente assiste alla crescita esponenziale della malattia mentale del padre,
dovendosi adattare di giorno in giorno al cambiamento di un uomo di cui restano
ingannevolmente familiari solo le sembianze fisiche. In un’atmosfera mistica, contornata
da antiche leggende africane, la pazzia del padre si consuma trasformandolo in un mostro.

Another World (Florinda Frisardi, Germania, 2018)
VINCITORE PREMIO EXPERIA 15° SEDICICORTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Another world affronta questioni riguardanti i problemi ambientali e l’inarrestabile
avanzata della tecnologia: che influenza ha il progresso tecnologico sul nostro mondo?
Scene singole mostrano i possibili scenari in risposta e danno al pubblico molto a cui
pensare.

Biciklisti (Veljko Popovic, Croazia, 2018)
La stagione ciclistica si sta per concludere. I due uomini in testa sono in competizione per
molto di più che il Grand Trophy. Stanno combattendo per l’amore di una donna e per la
realizzazione delle loro fantasie erotiche.

Fino alla fine (Giovanni Dota, Italia, 2018)
VINCITORE PREMIO DEL PUBBLICO CORTITALIA 15° SEDICICORTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Uno sparo squarcia il silenzio della notte, quattro uomini fuggono dal luogo del delitto.
Umberto “Sì e no”, infallibile killer del clan Caputo, ha appena ucciso l’uomo sbagliato. Ora
dovrà renderne conto al boss.

Inanimate (Lucia Bulgheroni, Italia, 2018)
VINCITORE PREMIO CORTITALIA 15° SEDICICORTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Katherine ha una vita normale, un lavoro normale, un fidanzato normale e un
appartamento normale. Tutto nella sua vita sembra normale o almeno è quello che pensa
fino al momento in cui tutto inizia a cadere letteralmente a pezzi.

Labor (Cecilia Albertini, Italia, 2018)
Una madre surrogata affronta un dilemma straziante quando le viene chiesto di abortire il
bambino che porta in grembo per un’altra donna.

London Tomorrow (Rashed Nimed, Regno Unito, 2017)
Un rifugiato di 10 anni che vive nel campo profughi Jungle di Calais, cerca di fuggire alla
ricerca di una vita migliore. A qualunque costo.

Mrs McCutheon (Sheedy John, Australia, 2017)
Avendo sempre sentito di essere nato nel corpo sbagliato, Tom, 10 anni, ha problemi ad
integrarsi ed a farsi accettare dai nuovi compagni di scuola. Ma un ballo scolastico sta per
rivoluzionare tutto.

Roberta’s Living Room (Judy Suh, Stati Uniti, 2017)
In una remota cittadina, dove gli zingari vanno e vengono, Roberta riceve una telefonata
sulla morte improvvisa del marito. Ed inizia ad essere ossessionata dall’incertezza sul suo
futuro.

Run Rostam Run (Molayemi Hossein, Iran, 2018)
VINCITORE 1° IRANFEST – SEDICICORTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Rostam, il vecchio eroe nazionale, viaggia nell’Iran del futuro per porre rimedio agli errori
che ha fatto nel passato

The Invisible Hand of Adam Smith (Maksimovic Slobodan, Slovenia, 2017)
Un greco deve a un francese, che deve ad uno sloveno, che deve ad un italiano che deve dei
soldi al greco. Un tedesco non deve niente a nessuno, ma vuole solo dormire bene la notte.
Un inglese sta cercando una via d’uscita.

Tungrus (Rishi Chandna, India, 2017)
Quella che una volta era una casa come un milione di altre in città si trasforma quando
l’eccentrico patriarca porta a casa un pulcino con cui far giocare i suoi gatti. Con grande
esasperazione per tutta la famiglia.

Share.

About Author

Comments are closed.