XIV Sardinia Film Festival, due settimane di corti itineranti

0

Presentato il programma ufficiale della XIV Edizione del Sardinia Film Festival, il premio internazionale organizzato dal Cineclub Sassari dedicato al cortometraggio, divenuto uno degli appuntamenti più attesi nell’isola per il cinema indipendente. Quindici giorni di appuntamenti in quattro diverse località del nord Sardegna, centoventi proiezioni in lingua originale, diciotto prime europee e tante altre nazionali, oltre duemila opere totali pervenute al concorso. E ancora ospiti d’eccezione, concerti, incontri e masterclass.

Il Sardinia Film Festival vede coinvolti i comuni di Sassari, Villanova Monteleone, Bosa e Alghero, per un circuito che comprende fiction, documentari, animazioni, sperimentali e videoart.

Quest’anno si registra un forte incremento di opere dall’ampia tematica sociale che arrivano soprattutto da paesi in via di sviluppo”, ha affermato il direttore artistico Carlo Dessì. “Provengono dalle zone del nord-Africa, dal Medioriente, dal Sudamerica e dall’Asia, e non a caso presentano spesso una particolare attenzione alla condizione della donna, ai diritti umani e al lavoro”. E a tal proposito, saranno moltissimi anche gli eventi collaterali, gli incontri e le masterclass dedicati a questi temi. “Ci siamo organizzati per offrire al nostro pubblico una visione privilegiata di punti di vista diversi e restare collegati alla cose del mondo”, ha aggiunto il Presidente Angelo Tantaro.

“Questa è anche la prima edizione senza Nando Scanu, decano e socio fondatore del Cineclub”, ha proseguito Dessì. “Cercheremo di rendere onore alla grande eredità che ci ha lasciato”.

Il Sardinia Film Festival 2019 partirà con una due giorni di anteprima, il 14 e 15 giugno, presso l’Accademia Mario Sironi di Sassari, dove saranno proiettati i corti della sezione Experimental e Videoart. Seconda anteprima il 24, 25 e 26 giugno a Palazzo di Città, che accoglierà i segmenti Vetrina Italia e Vetrina Sardegna oltre a numerosi eventi collaterali.

Tra questi la tavola rotonda “Focus Donna”, che si terrà il 24 giugno, in collaborazione con l’associazione noi Donne 2005, e la masterclass di sceneggiatura che si svolgerà il 25 giugno, a cura di Filippo Kalomenidis.

Tra i lungometraggi presentati al Sardinia Film Festival, sono in calendario diverse prime. Il 25 giugno la proiezione in anteprima nazionale del film Restiamo Amici di Antonello Grimaldi, tratto dal romanzo di Bruno Burbi “Si può essere amici per sempre”, e interpretato da Michele Riondino, Alessandro Roja e Violante Placido.

Sempre il 25 giugno verrà presentato il film L’ultimo pizzaiolo, del giornalista Sergio Naitza, un lavoro che focalizza l’attenzione sulla chiusura delle sale cinematografiche in Sardegna.

Il 26 giugno verrà presentato, per la prima volta nella sua edizione restaurata dopo un impegnativo lavoro di recupero, la pellicola Altura di Mario Sequi, il primo film sardo girato nel dopoguerra (1949). L’opera, che ha avuto come protagonisti Massimo Girotti, Eleonora Rossi Drago e Roldano Lupi, con le musiche di Ennio Porrino, è stata recuperata dal circolo Gremio dei Sardi a Roma, grazie a una ricerca di Franca Farina del Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale, che lo ha scovato nella collezione di un privato.

La partenza ufficiale del Sardinia Film Festival sarà il 28 giugno a Villanova Monteleone con tre giornate di appuntamenti nella suggestiva località turistica, per il Premio al Miglior documentario italiano. In anteprima assoluta verrà presentato il documentario Radici di Luigi Monardo Faccini, nato da un’idea di Marina Piperno.

Dal 1 luglio a fare da cornice del Sardinia Film Festival per due giornate sarà la meravigliosa cittadina sul Temo, con il V Bosa Animation Award, dedicato ai corti d’animazione provenienti da tutto il mondo.

All’interno del Bosa Animation Award, si terrà il “Laboratorio di lettura e scrittura del fumetto – per bambini e ragazzi” a cura del Centro Internazionale del Fumetto diretto da Bepi Vigna. Tra i protagonisti del 2 luglio ci sarà anche Luca Raffaelli, che presenterà al pubblico il suo libro “Le anime disegnate”.

La tappa finale della manifestazione, dal 3 al 7 luglio si terrà nell’incantevole centro storico di Alghero. Attesissimo il focus Sardinia Animation Net, uno spazio dedicato alla formazione e all’approfondimento sul cinema d’animazione, che favorirà l’incontro tra filmaker, animatori e produttori. Sarà ancora un appuntamento imperdibile per gli appassionati, l’unico nell’isola a dedicare al tema ben due giornate di proiezioni più due di formazione con protagonisti di fama internazionale.

Ad aprire la masterclass sarà ancora una volta il giornalista e scrittore Luca Raffaelli con il suo workshop “Breve storia del cinema d’animazione”. Seguirà il panel “Il cinema d’animazione dall’idea alla distribuzione”, tenuto da Cristian Jezdic, vicepresidente di Cartoon Italia, Pedro Citaristi, sales manager della Superights e Lucia Geraldine Scott di Red Monk Studio, che affronteranno il tema dell’industry.

Una seconda masterclass sul “Mondo della produzione in Italia” sarà a cura di Giannandrea Pecorelli, dirigente televisivo e produttore cinematografico con all’attivo titoli come Don Matteo, Un medico in famiglia e il film di esordio di Fausto Brizzi Notte prima degli esami, solo per citarne alcuni.

Il Sardinia Film Festival è realizzato grazie alla collaborazione dei Comuni di Sassari, Villanova Monteleone, Alghero, Bosa e dei numerosi altri partner istituzionali come la Regione Sardegna, l’Unesco, la Presidenza della Repubblica, il Senato della Repubblica, la Camera dei deputati, la Presidenza del Consiglio dei ministri, il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, il Ministero di Giustizia, fondazione Sardegna Film Commission, Fondazione Alghero, Unione dei Comuni del Villanova, Università di Sassari e Accademia delle Belle Arti Mario Sironi. Concorrono inoltre diversi partner privati come Obus, main partner che assegnerà il premio alla migliore opera della categoria Vetrina Sardegna, l’Aeroporto di Alghero SoGeAAl, Key Lab, Confalonieri, Noi Donne 2005, Cherchi Olio e Centro Internazionale del Fumetto.

Share.

About Author

Avatar

Comments are closed.