Quinzaine e Semaine non annunceranno la selezione 2020

0

The Cinema Show è venuto a conoscenza che sia la Quinzaine des Realisateurs che la Semaine de la Critique sarebbero intenzionate ad annunciare già oggi, 15 aprile, che non presenteranno alcuna selezione per l’edizione 2020. Questo nonostante il comunicato stampa diramato dalla direzione del Festival di Cannes nel pomeriggio del 14 aprile che annunciava una comunità d’intenti nel trovare una formula che salvasse in qualche modo l’edizione 2020.

Dopo avere annunciato lo spostamento tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, a seguito delle decisione del governo francese di non autorizzare festival fino alla metà di luglio, si pensava che la macchina di Cannes 2020 sarebbe stata costretta a sventolare bandiera bianca. Ma Thierry Fremaux e il suo staff non vogliono evidentemente arrendersi al Covid-19. Ecco quindi una comunicazione, che conferma che il nuovo ufficio stampa del festival è nientemeno che il Conte Mascetti, con tanto di orso al seguito.

Il comunicato, in soldoni e tra le righe, dice che il marchio di Cannes 2020 sarà presente da qualche parte in qualche forma. Non dicono come, ed evidentemente dando per scontato che anche le sezioni collaterali fossero d’accordo nel seguire la stessa linea strategica. Ma a quanto pare potrebbe non essere così.

Se le indiscrezioni che abbiamo captato dovessero essere confermate, ovvero che Quinzaine e Semaine daranno appuntamento direttamente al 2021, sarebbe senz’altro uno smacco notevole per Thierry Fremaux e l’istituzione stessa del Festival di Cannes, che ha gestito l’intera crisi del Coronavirus con uno stile assai discutibile, anche a dispetto degli enormi interessi che girano attorno a quello che è certamente il più importante festival di settore del mondo.

Ma forse oggi, molto meno.

Di seguito, la versione inglese del comunicato del 14 aprile 2020 diramato dal Festival di Cannes.

Following the French President’ statement, on Monday, April 13th, we acknowledged that the postponement of the 73rd International Cannes Film Festival, initially considered for the end of June to the beginning of July, is no longer an option.
 
It is clearly difficult to assume that the Festival de Cannes could be held this year in its original form.

Nevertheless, since yesterday evening we have started many discussions with professionals, in France and abroad. They agree that the Festival de Cannes, an essential pillar for the film industry, must explore all contingencies allowing to support the year of Cinema by making Cannes 2020 real, in a way or another.
 
When the health crisis, whose resolution remains the priority of all, passes, we will have to reiterate and prove the importance of cinema and the role that its work, artists, professionals, film theatres and their audiences, play in our lives. This is how the Festival de Cannes, the Marché du Film and the parallel sections (Semaine de la Critique, Quinzaine des Réalisateurs, ACID), intend to contribute. We are committed to it and we would like to thank everyone who is by our side, public officials (Cannes’ City Halle, Ministry of Culture, the CNC), industry members as well as our partners.
 
Each and everyone knows that many uncertainties are still reigning over the international health situation. We hope to be able to communicate promptly regarding the shapes that this Cannes 2020 will take.

Share.

About Author

Alessandro De Simone

Critico, ufficio stampa, festival programmer, esperto di cinema sportivo. Tifoso del Napoli, dove è nata nel corso del XX secolo. Londra è la sua città, dove vive per la maggior parte del tempo. Ha fondato The Cinema Show nel 2010, come primo mensile esclusivamente per iPad in Italia.

Comments are closed.